Vaccini ovunque

Vaccini: Figliuolo annulla gara hub, spinge su capillarità territorio

Dopo l’addio alle Primule, il Piano Vaccinale Anticovid di Figliuolo pone due obiettivi: diffusione territoriale e hub vaccinali nelle principali città

La campagna di vaccinazione in Italia fa passi da gigante con l’arrivo del Commissario Straordinario per l’emergenza Covid Francesco Paolo Figliuolo, che il 23 marzo scorso ha firmato un decreto per l’annullamento di un bando di gara aperto dal suo predecessore per la realizzazione di padiglioni temporanei destinati alla somministrazione dei vaccini anti Covid.

 

Nel decreto di annullamento della gara, si legge che la decisione è stata presa non solo per l’elevata onerosità del progetto ma anche perché le strutture modulari previste nel nuovo Piano Vaccinale Anticovid del 13 marzo 2021 non rispondono più in termini di aderenza ai requisiti necessari per garantire una risposta pronta agli spostamenti del rapporto esigenze di vaccinazione/somministrazioni.  

 

Figliuolo firma decreto annullamento realizzazione padiglioni temporanei vaccini Covid

Il governo ha varato con il decreto n. 4 del 23 marzo 2021 l’annullamento della procedura di massima urgenza per l’apertura di padiglioni temporanei destinati alla somministrazione dei vaccini anti Covid-19 indetta dal predecessore Arcuri.

 

In particolare, il decreto riguardava la progettazione, ingegnerizzazione, fornitura in opera, manutenzione, smontaggio e messa a dimora di padiglioni per la somministrazione dei sieri anti-Coronavirus: alla scadenza della procedura erano arrivate quattro offerte per la realizzazione di non meno di 21 padiglioni temporanei nelle città capoluogo di Regione e Provincia Autonoma fino a un massimo di 1.200.

 

La decisione relativa all’annullamento è stata presa dal Commissario straordinario Francesco Paolo Figliuolo in quanto le strutture modulari previste nel nuovo Piano Vaccinale Anticovid del 13 marzo 2021 non rispondono più in termini di aderenza ai requisiti necessari per garantire una risposta pronta agli spostamenti del rapporto esigenze di vaccinazione/somministrazioni, oltre che rappresenta una onerosità elevata se rapportata ad altre modalità ora in atto con il Piano Vaccinale per raggiungere gli obiettivi dello stesso”.

 

L’annullamento della gara, si legge nel decreto, non comporta alcun indennizzo in quanto intervenuto prima dell’aggiudicazione provvisoria.

 

Vaccini: l’obiettivo di Figliuolo è arrivare a 500 mila somministrazioni al giorno

Bisogna arrivare alle 500 mila vaccinazioni al giorno, ha dichiarato il Commissario Figliuolo oggi all’inaugurazione dell’hub di Genova, confermando l’arrivo di circa tre milioni di dosi per fine mese, che “ci porteranno a un totale da inizio campagna di 14 milioni e 170.000 dosi, rispetto allo stimato iniziale di 15,6 milioni, ma che è di più rispetto ai cali che inizialmente avevano paventato le aziende. E di questo ritengo si debba dare atto all'intervento del nostro primo ministro”.

 

Sono disposto a qualunque cosa che rientri nella legalità”, ha aggiunto il generale confermando la sua determinazione nel raggiungere l’obiettivo, che intende raggiungere non solo grazie agli hub vaccinali nelle principali città italiane ma anche attraverso una diffusione territoriale capillare attraverso i medici di medicina generale e le farmacie diffuse sul territorio. Una cosa non esclude l’altra, ha specificato il commissario straordinario: “bisogna lavorare parallelamente per arrivare al numero di vaccinazioni giornaliere che ci siamo prefissati”.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA