Europa League live

Europa League 2020/2021: Az Alkmaar-Napoli finisce 1-1! Mertens.

Il Napoli rischia di perderla, ma alla fine l'obiettivo qualificazione è sempre più vicino. Bene Mertens e Petagna, Di Lorenzo ancora un assist. La cronaca

3 dicembre 2020 22:53
Europa League 2020/2021: Az Alkmaar-Napoli finisce 1-1! Mertens.

Il Napoli, primo del girone ha la possibilità di qualificarsi agli ottavi di finale in caso di vittoria.

 

I padroni di casa del AZ sono chiamati alla sfida da 90, se sperano di ribaltare la situazione in classifica. I partenopei iniziano con Insigne, Mertens e Politano.

 

AZ Alkmaar-Napoli dalle 21:

Dove vedere la partita, i canali in televisione:

  • Sky Sport Uno (canale 201);

  • Sky Sport (canale 252)

 

Az Alkmaar-Napoli formazioni ufficiali:

AZ ALKMAAR (4-3-3): Bizot; Sugawara, Martins Indi, Hatzidiakos, Wijndal; De Wit, Koopmeiners, Midtsjo; Stengs, Gudmundsson, Aboukhlal. Allenatore: Slot.

 

NAPOLI (4-3-3): Ospina; Di Lorenzo, Maksimovic, Koulibaly, Ghoulam; Fabiàn, Bakayoko, Zielinski; Politano, Mertens, Insigne. Allenatore: Gattuso.

 

Az Alkmaar-Napoli la diretta:1-1 (Mertens, Indi)

Pronti via subito un tiro pericoloso dell’ Az con risposta pronta di Ospina. Meno di 10 secondi e arriva il primo pericolo per il Napoli, che però al 6’ minuto risponde con la rete del vantaggio: Di Lorenzo mette un gran pallone alle spalle della linea difensiva degli Olandesi su cui arriva Mertens, che da pochi metri non sbaglia. Per il belga è il sesto goal contro i padroni di casa, dopo la prima esperienza in Eredivise. Ha anche la palla del raddoppio, ma dopo un bel controllo, calcia forte sopra la traversa. Nonostante gli avversari aspettino molto la squadra di Gattuso con un pressing che parte dal basso, senza inseguire in mezzo al campo, arrivano diverse ripartenze pericolose.

 

Al 20’ Aboukhlal si trova in ottima posizione per il pari, ma il portiere non fa passare nulla. Da lì cresce la fiducia e il Napoli va in difficoltà, subendo il palleggio avversario nella speranza di trovare il pareggio. Fabian è il più vivace nel cercare lanci per Mertens, che però sbaglia più volte l’aggancio vincente. Una gara che termina su ritmi lenti, con nessun tipo di occasione. Si può però vedere come il Mister calabrese cerchi molta spinta e tecnica da parte dei due terzini e ala scelta di schierare di nuovo Ghoulam è nella speranza di avere più palle in verticali. Così facendo sarebbero dei centrocampisti aggiunti. Finisce così il primo tempo, in una gara dai pochi lampi, ma che consentirebbe il passaggio degli azzurri.

 

Il secondo tempo inizia senza cambi da entrambe le parti. I padroni di casa danno però da subito l’impressione di essere scesi meglio in campo. Al 7’ minuto, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Martin Indi devia da pochi passi in rete il pareggio. Botta forte per il Napoli che non la digerisce facilmente. Pochi minuti dopo Aboukhlal riceve un filtrante calciando di prima. Ospina para in due tempi. Poi al 59’ Wijndal viene steso da Bakayoko, procurandosi il calcio di rigore. Dagli undici metri però il portiere colombiano respinge sul palo la conclusione di Koopmeiners.

 

Il Napoli soffre tanto e Gattuso decide di giocarsi in pochi minuti tutti e tre i cambi inserendo Petagna, Mario Rui e Lozano per aumentare il peso offensivo. L’attaccante ex SPAL si fa subito trovare pronto, sbagliando due goal importanti di testa. Aiuta il team a salire, appoggiando sugli esterni. Il modulo torno ad essere il 4-3-3 con gli interventi fondamentali della punta.

 

Il Napoli sale nella prestazione, ma la fortuna non è dalla loro. Lozano scatta via al difensore incrociando sul secondo palo dove Bizot respinge. Poi ancora Petagna da ottima posizione fallisce calciando di poco fuori. Tre minuti di recupero che accompagnano la fine della gara su ritmi più lenti. Il Napoli ha un piede agli ottavi, ma alla prossima non si può sbagliare.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA