Verso la riapertura

Lockdown in Germania, riapertura in 5 fasi: ecco come avverrà

Intanto ancora restrizioni fino al 28 marzo. A Berlino prevale la linea della prudenza: riaperture graduali e pronti a richiudere in base ai contagi

Alla fine ha prevalso il compromesso tra la linea rigorista di certa parte del Governo di Berlino e le richieste di allentamento delle misure di contenimento dei contagi che invece provengono soprattutto dal mondo produttivo: la Germania, dunque, prolunga il lockdown fino al 28 marzo, ma con meno severità. Soprattutto è stato deciso un programma di riaperture graduali in 5 fasi.

Ecco in cosa consiste e come avverrà.

 

Lockdown fino al 28/3, ma “allentato”

Il lockdown sarà prolungato fino al 28 marzo in Germania, seppure con un programma di graduali riaperture. Da lunedì, infatti, riaprono alcune attività non essenziali, ma con un cosiddetto "freno di emergenza", ossia la possibilità di richiudere qualora si verifichi una crescita di contagi. A chiarirlo è stata la cancelliera tedesca, Angela Merkel, che ha tenuto una conferenza al termine dell’incontro con i capi di governo dei 16 Stati federali. “Siamo alle soglie di una nuova fase della pandemia, che possiamo affrontare non con noncuranza ma ancora con una speranza giustificata” ha chiarito Merkel ai giornalisti, aggiungendo che anche la Germania autorizzerà l'uso del vaccino AstraZeneca contro il Covid-19 anche sopra i 65 anni. Berlino finora non aveva autorizzato il vaccino per gli over 65enni, sostenendo che i dati scientifici del laboratorio anglo-svedese non erano sufficienti per il via libera.

In Germania la chiusura totale è in vigore da tre mesi, ma da lunedì si comincerà a riaprire alcune attività e servizi. Ecco quali.

 

La riapertura in 5 fasi

Dall’8 marzo saranno consentiti gli incontri privati di due nuclei familiari fino a cinque persone. I negozi potranno riaprire con dati stabili e discendenti sotto i 50 nuovi contagi su 7 giorni (per 100 mila abitanti), mentre si tornerà a misure più strette con 100 nuovi casi in tre giorni consecutivi.

Sono poi previste 5 fasi complessive:

  • Prima fase: ritorno a scuola e apertura per i parrucchieri, già iniziata con i primi giorni di marzo;

  • Seconda fase: tornare a riaprire anche attività non essenziali come librerie, mercati di fiori e di giardinaggio. 

  • Terza fase: riguarda tutti i negozi ed attività commerciali, con la norma di un cliente per 10 metri quadrati per i primi 800 di superficie; la capienza viene aumentata in caso di superfici più ampie, di 20mq alla volta. Si potrà tornare anche a visitare musei, gallerie e giardini zoologici e botanici. In questo caso sarà richiesta una certificazione che renda possibile il tracciamento. Saranno riammessigli sport senza contatto in piccoli gruppi (massimo 10) e all'aperto.

  • Quarta fase: potranno tornare in attività gli esercizi gastronomici, teatri, concerti, teatri dell'opera, cinema e sport in spazi interni, ma senza contatto. 

  • Quinta e ultima fase: si potrà tornare a praticare sport anche al chiuso, e organizzare e partecipare ad eventi con oltre le 50 persone. Le altre restrizioni dureranno fino al 28 marzo. 

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA