Cronaca Champions

Champions league 2020/2021 Real Madrid-Liverpool: 3-1! Vinicius top

Il Real Madrid si prende la scena vincendo il primo round, contro il Liverpool, di questi quarti di finale della Champions League 2021. Vinicius top player

Real Madrid-Liverpool, una gara tra due squadre leggendarie per la competizione : il secondo round è pronto a partire, dopo la vittoria degli spagnoli nella finale di tre anni fa. Zidane si affiderà a Benzema, il più in forma dei suoi, con il rinato Asensio e Vinicius. Indisponibile causa Covid anche Varane, che lascerà spazio a Militao e Nacho. Difesa nuova per i Blancos, che però non si abbasseranno agli attacchi avversari, anzi. Vazquez giocherà nuovamente terzino, con Mendy dall’altra parte. Modric e Kroos dovranno combattere una guerra in mezzo al campo, per garantire il primo match point.

 

Klopp invece punta sul nuovo pupillo portoghese  Diogo Jota è sull'onda, che arriva da una scoppiettante doppietta all'Arsenal e ha segnato 12 gol  con il Liverpool. Classico 4-3-3 dunque, con Kabak accanto a Fabinho in difesa, con Alexander-Arnold e Robertson in fascia a spingere.A centrocampo Jones è il favorito per affiancare Thiago e Wijnaldum, che non avranno vita facile nella sfida serale.  In attacco punto l’esterno portoghese, affiancato dagli intoccabili Salah e Manè. Due compagini che non vivono il loro miglior momento, ma che sanno come accendere lo spettacolo quando si parla di coppe europee. Le sorprese e la magia non mancheranno, ora bisogna solo aspettare di vedere chi è veramente in crisi in questa strana stagione. 

Real Madrid-Liverpool: le formazioni

Liverpool (4-3-3) : Alisson, Alexander-Arnold, Kabak, Phillips, Robertson, Keita, Fabinho, Wijnaldum, Salah, Jota, Mané. All: Klopp

 

Real Madrid (4-3-3):Courtois, Lucas Vazquez, Militao, Nacho, Mendy ,Kroos, Casemiro, Modric,  Asensio, Benzema, Vinicius. All: Zidane

 

Real Madrid-Liverpool: La cronaca

Inizia la gara Real Madrid-Liverpool al Bernabeu con il primo pallone giocato dai padroni di casa. Scalda subito gli animi il bomber Benzema, che raccoglie un pallone incerto degli avversari, concludendo subito, ma il rasoterra è centrale e non preoccupa Alisson.

Il Real fa subito capire che vuole giocare questa gara con un certo tipo d’intensità, lasciando poco spazio ai centrocampisti avversari, che cercano spesso il lancio su Salah e Mané. Dunque possesso rapido, dettato da Kroos che gestisce il cuore della metà campo. Ritmi comunque bassi, poiché il Liverpool si chiude molto non lasciando la possibilità di inserimento degli spagnoli, che girano intorno all’area cercando lo spiraglio giusto. I Reds sono irriconoscibili in questo inizio, soprattutto per la grande fatica nel gestire la sfera ed alzare il baricentro. Al 15’ arriva la prima vera occasione per il  Real Madrid, con Mendy che si libera di Arnold, crossato per Vinicius in mezzo all’area.

 

Il brasiliano prende bene il tempo, ma il suo colpo di testa termina sul fondo. Ottima gara di Kabak, che sta continuando a stupire. Sbaglia talvolta in impostazione, ma la sua fisicità dà sicurezze al reparto. Sino ad ora ha tenuto con fermezza Benzema, che fa fatica a liberarsi per i compagni. Al 27’ però la gara si sblocca, dopo una serie di minuti in cui i palloni venivano buttati con sufficienza da una parte e dall’altra. Lancio geometrico di Kroos per Vinicius che controlla col petto, entra in area e batte Alisson con un diagonale perfetto. Vantaggio meritato ed ennesima rete del talentino sud americano, sempre più protagonista per il tecnico francese. 

 

Prendono fiducia il Real che continua ad attaccare alla ricerca del raddoppio, visto lo stallo mentale degli avversari. Calcio d'angolo del solito Kroos ,dal limite Asensio arriva veloce sul pallone e lascia partire una conclusione di prima intenzione non inquadrando però lo specchio della porta.

Abbastanza spenti i tre attaccanti del Liverpool, che non tentano nemmeno di creare lo spazio per le imbucate. Il baricentro generale è troppo basso.

 

Alla fine però il pressing paga di nuovo è il raddoppio dei Galacticos arriva grazie ad Asensio. Lancio di Kroos, senza dubbio il migliore in campo, per Asensio, che anticipa Alisson lo supera con un pallonetto e poi insacca a porta vuota. Rete molto pesante, che taglia le gambe agli uomini di Klopp. Primo cartellino giallo della gara a Mané, a causa di molte proteste del giocatore. La tensione è tanta, e il tecnico tedesco opta per una sostituzione immediata: dentro Thiago Alcantara, fuori Keita. Il primo tempo termina così, dopo un minuto di recupero. 

 

La seconda frazione è tutta da vivere ad alta intensità, con i Reds chiamati ad una reazione d’orgoglio. Arriva subito il primo giallo della gara per i padroni di casa, per Vazquez che interviene in maniera scomposta su Jota. I Reds hanno cambiato atteggiamento in questa ripresa, proponendosi di più e facendo girare la palla. 

 

Al 51’ trovano subito lo spazio giusto per siglare la rete del 2-1: Jota entra in area di rigore, conclude, trovando però l'opposizione di Modric. Pallone che arriva sui piedi di Salah, controllo e tiro di potenza che batte Courtois. Distanza accorciata e gara riaperta. I ritmi si alzano improvvisamente ancora di più, con le squadre che si allargano molto. Cartellino giallo per Thiago, che anticipa fallosamente Asensio. Benzema entra in area dalla sinistra con un’ottima accelerazione, si accentra ,esplodendo il destro. Il giovane Phillips, con grande coraggio e tempismo,  si immola sul tiro, impendendo il tris. 

 

Arrivano due occasioni ghiotte per il Real che prima ci prova con Kroos, che però non trova la porta dal limite.Poi la punta francese Benzema, che tenta il destro secco bloccato a terra però da Alisson . Poi il colpo decisivo: Modric serve Vinicius come nel primo tempo, che con il destro di prima intenzione batte Alisson, che devia ma non evita il doppio vantaggio. Il risultato è di 3-1. Zidane si inizia a chiudere per mantenere questo importante doppio vantaggio, inserendo Valverde , al posto di Asensio.

 

Ultimi quindici minuti per ridurre le distanze, con il Liverpool chiamato a segnare e ribaltare al ritorno. Klopp fa un doppio cambio: Firmino per Jota e Shaqiri per Kabak. I ritmi vengono alzati nuovamente dagli ospiti, che però devono rimanere concentrati senza farsi prendere dalla tensione. Giallo per Alex Arnold, gli schemi iniziano a saltare e i Reds paleggiano a trazione offensiva. Entra anche Rodrygo per l’eccezionale Vinicius. Il tecnico dei padroni di casa grida al possesso calmo, alla gestione degli ultimi dieci minuti, senza concedere più nulla, che possa influire nella gara di ritorno ad Anfield. E così avviene, visto che la gara va a spegnersi pian piano, e dopo quattro minuti di recupero si conclude. Grande vittoria, seppur nulla è ancora deciso per il Real Madrid. Male in generale il Liverpool, che ha attaccato poco e regalato il primo tempo. 

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA