Natale in zona rossa

Decreto Natale 2020: le regole definitive. Zona rossa e arancione

Nuovo Decreto Natale 2020 Italia zona rossa 24, 25, 26, 27 e 31 dicembre 2020 e 1, 2, 3, 5 e 6 gennaio 2021 e zona arancione tutti gli altri giorni

24 dicembre 2020 07:41
Decreto Natale 2020: le regole definitive. Zona rossa e arancione

L'Italia diventa da oggi zona rossa nei giorni festivi e prefestivi e zona arancione nei feriali dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021. Queste le misure introdotte con un decreto legge e non con un Dpcm, per le feste di Natale illustrate dal premier Conte in conferenza stampa.

 

In particolare, da oggi 24 dicembre, 25, 26, 27 e 31 dicembre 2020 e il 1°, 2, 3, 5, 6 gennaio 2021 si dovranno rispettare le regole delle zone rosse, con spostamenti consentiti solo con l'autocertificazione per motivi di lavoro, di salute e di necessità.

 

Consentita la possibilità di ospitare due persone non conviventi con figli minori sotto i 14 anni, o disabili e conviventi non autosufficienti.

 

Negozi chiusi, se non per quelli necessari come alimentari, farmacie, parafarmacie, tabaccai, lavanderie, etc. Consentito l'asporto ma solo fino alle 22.

 

Sì allo sport all'aperto e all'attività motoria nei pressi della propria abitazione.

 

Il 28, 29 30 dicembre 2020 e 4 gennaio 2021, invece, l'Italia sarà tutta zona arancione: saranno consentiti spostamenti all'interno del Comune, con una deroga per i Comuni con meno di 5 mila abitanti entro un raggio di 30 Km.

 

Negozi aperti fino alle 21.

 

Oltre alle restrizioni verranno varati immediatamente i Ristori per le chiusure di Natale e Capodanno, con 645 milioni di euro per bar e ristoranti che riceveranno un indennizzo pari al 100% di quanto stabilito dal decreto Ristori.

 

Questa la mediazione tra la linea dura, rappresentata dal ministro della Salute Roberto Speranza e dal responsabile degli Affari Regionali Francesco Boccia, e quella più morbida del Movimento 5 Stelle e Italia Viva.

 

Vediamo quale sarà il nuovo piano del Governo per le vacanze di Natale e Capodanno e quali restrizioni conterrà il decreto legge di Natale 2020.

 

Decreto Natale 2020: Italia zona rossa per 10 giorni. Il calendario

Far diventare l’Italia tutta zona rossa per dieci giorni, questa la mediazione che l’esecutivo ha trovato tra le due distanti posizioni all’interno della stessa maggioranza di governo, con un’alternanza di colori tra Natale e Capodanno che rischia di generare solo altra confusione.

 

I rigoristi Speranza e Boccia si scontrano con i pentastellati e i renziani mentre tutta l’Italia si organizza per trascorrere le vacanze di questo Natale 2020 e l’inizio del nuovo anno, con la speranza che sia migliore di quello appena trascorso flagellato dalla pandemia da Coronavirus.

 

Il premier Conte ha cercato di conciliare le divergenze prevedendo in un decreto legge e non un Dpcm la chiusura totale del Paese per 10 giorni, ecco come dovrebbe essere il calendario decreto legge 18 dicembre24, 25, 26, 27 e 31 dicembre 20201, 2, 3, 5 e 6 gennaio 2021 con l’Italia tutta in zona rossa e con le relative restrizioni e limitazioni agli spostamenti, che ricordiamo sono consentiti solo per motivi di salute, di necessità e di lavoro, con il ritorno alla propria residenza e domicilio sempre possibili. Chiusi invece tutti i negozi, eccezion fatta per quelli che vendono beni di prima necessità, come gli alimentari, le farmacie, le parafarmacie, le tabaccherie, le lavanderie, parrucchieri e barbieri. Bar e ristoranti chiusi, consentito solo la consegna a domicilio fino alle 22.

  • dal 24 dicembre al 6 gennaio solo nei giorni festivi e prefestivi stop alla circolazione anche nel proprio comune e con negozi, ristoranti e bar chiusi. 

  • Il 28, 29 e 30 dicembre e 4 gennaio zona arancione, bar e ristoranti aperti fino alle 18 e negozi fino alle 21. Durante questi giorni "non rossi" ci si potrà muovere solo all’interno del Comune.

  • Nei feriali si potrà uscire dal territorio dei piccoli Comuni sotto i 5mila abitanti, entro un raggio di 30 chilometri.

  • Divieto di mobilità verso i Comuni capoluogo, anche se si trovano entro un raggio di 30 km.

  • Deroga "nei due commensali". Nell'ambito della zona rossa e arancione - quindi fermo restando il divieto di spostamento tra le Regioni - sarà consentito, sia nelle giornate "rosse" che in quelle "arancioni" a massimo due non conviventi di effettuare visite nelle abitazioni private. Dalla deroga non sono conteggiati gli under 14, i cui spostamenti saranno quindi consentiti.

 

Decreto legge Natale 2020: weekend 19-20 dicembre libero da restrizioni

Non sono state imposte nuove limitazioni durate le giornate del 18, 19 e 20 dicembre 2020, quando non vige ancora il divieto di spostamento tra Regioni di colore giallo, soprattutto per evitare esodi di massa e tensioni. A sconsigliare limitazioni al prossimo weekend proprio il Viminale.

 

Le restrizioni che riguardano il divieto di spostamenti tra Regioni scatteranno dunque a partire da lunedì 21 dicembre 2020.

 

Decreto legge Natale 2020, previste deroghe: feste e pranzi solo con due congiunti

Quest’anno trascorreremo un Natale sobrio, come aveva anticipato il premier Conte, senza troppa confusione ma con tanti spunti su cui riflettere. Penseremo a come abbiamo passato il 2020 e a cosa accadrà nel 2021, con tutte le speranze riposte nel vaccino anti-Covid per tornare alla “normalità”.

 

Avremo tutto il tempo necessario per farlo, visto che l’Italia diventerà tutta zona rossa e non si potrà uscire di casa se non per motivi di lavoro, salute o necessità che andranno comprovati nell’autocertificazione.

 

A queste dure ma necessarie restrizioni, previste alcune deroghe, come la possibilità di uscire per andare a messa e per poter trascorrere il pranzo di Natale con almeno due congiunti, genitori anziani o figli

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA