Meraviglie da salvare

Luoghi del cuore FAI 2020: la classifica dei 10 siti più votati

Annunciata la classifica dei Luoghi del Cuore FAI: gli italiani hanno votato i propri luoghi preferiti da scoprire, salvare e valorizzare. Ecco la top ten

L’Italia custodisce innumerevoli meraviglie, luoghi assolutamente unici perché legati alla nostra identità. 

Eppure non tutti sono valorizzati e salvaguardati come meriterebbero. Proprio con l’obiettivo di farli conoscere e dare loro nuova vita che è nata l’iniziativa "I Luoghi del Cuore FAI": un censimento dedicato al patrimonio artistico, culturale e paesaggistico del nostro Paese.

Da maggio a novembre chiunque può votare e far votare i luoghi che ama di più e desidera proteggere, in modo che possano aggiudicarsi dei contributi in denaro presentando dei progetti.


La classifica dei Luoghi del cuore 2020 è stata appena resa nota dal FAI: una votazione da record, che ha visto la partecipazione di oltre 2,3 milioni di italiani. Questa decima edizione, lanciata nel pieno della pandemia, ha fatto registrare il miglior risultato di sempre: dimostrazione di un’Italia che intende riscoprire, e tutelare, le proprie bellezze.

 

Ecco la classifica dei 10 luoghi del cuore FAI più votati.

 

Luoghi del cuore FAI 2020/21, la classifica

  1. La Ferrovia delle meraviglie Cuneo- Ventimiglia- Nizza

  2. Castello e Parco di Sammezzano

  3. Castello di Brescia

  4. La via delle Collegiate

  5. L’ospedale e la chiesa di Ignazio Gardella

  6. Chiesa rupestre di San Nicolò Inferiore

  7. Ponte Acquedotto

  8. Chiesa di San Michele Arcangelo di Pegazzano

  9. Eremo di Sant’Onofrio al Morrone

  10. Museo dei Misteri Campobasso

 

Luoghi del cuore FAI 2020: i primi tre classificati

Al primo posto della top ten dei Luoghi del cuore, con oltre 75 mila voti, c’è la “Ferrovia delle meraviglie” Cuneo – Ventimiglia – Nizza che, ideata e realizzata quasi due secoli fa unisce l’Italia alla Francia, il Piemonte alla Liguria, i monti al mare e la pianura alla costa.

Un percorso di oltre 100 km all’insegna dell’emozione: con gli anni però, a causa di una mancata politica di rilancio, le corse sono state ridotte in modo drastico e rischia di chiudere.


Al secondo posto ecco il Castello e parco di Sammezzano situato a Leccio, una frazione del comune di Reggello in provincia di Firenze. La villa-castello, circondata da 187 ettari di parco di cui 50 storico, era una tenuta di caccia dell’epoca medicea, modificata nella seconda metà dell’800 con dei lavori durati 40 anni da Ferdinando Panciatichi Ximenes d’Aragona. Oggi rappresenta il più importante esempio di arte Orientalistica in Italia ed in Europa, con delle sale che richiamano l’Alahambra di Granada ed il Taj Mahal in India. Dopo varie vicisittudini legate alla proprietà, oggi è chiuso alle visite e presenta segni di degrado.


In terza posizione c’è il Castello di Brescia, che si erge sulla città: un complesso ampio, che testimonia la funzione difensiva e la profonda relazione con la città. Oggi ospita il Civico Museo delle Armi Luigi Marzoli.

 

Luoghi del cuore FAI, i più votati dalla quarta alla decima posizione

Al quarto della classifica dei luoghi del cuore c’è La via delle Collegiate, il progetto di conservazione e valorizzazione delle tre maggiori chiese nel centro storico di Modica, in Sicilia: il Duomo di San Giorgio, la chiesa di Santa Maria di Betlem e la basilica di San Pietro.
Al quinto posto l’Ospedale e la chiesa di Ignazio Gardella, ad Alessandria, uno dei primi esempi dell’architettura razionalista in Italia, vincitore della speciale classifica "Luoghi storici della salute".


Seguono la chiesa rupestre di San Nicolò Inferiore, sempre a Modica, la più antica della città; e il Ponte Acquedotto di Gravina in Puglia, vincitore del “Premio web”, anticamente costruito per permettere agli abitanti di raggiungere la chiesetta della Madonna della Stella e, dopo il terremoto del 1722, trasformato in acquedotto.
In ottava posizione c’è la chiesa di san Michele Arcangelo di Pegazzano, a La Spezia, edificato nel XIV secolo e protagonista di diverse vicende della città.

 

A chiudere la classifica dei luoghi del cuore FAI l’Eremo di Sant’Onofrio al Morrone a Sulmona, L’Aquila, arroccato sulla parete di un monte e dalla spettacolare vista, vincitore anche della speciale sezione "Italia sopra i 600 metri". 

E infine il Museo dei Misteri di Campobasso, che racchiude opere dalle qualità artistiche e arginali fortemente legate al territorio, “macchine” o ingegni” che lo scultore Paolo Saverio di Zinno realizzò nel Settecento da essere usate per le sacre rappresentazioni.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA