Lavoratori in attesa

Bonus 1000 euro decreto Ristori 5: le ultime notizie con Draghi

Quali sono le ultimissime novità sul bonus 1000 euro per Partite Iva, stagionali, autonomi e intermittenti? Draghi confermerà i bonus del decreto Ristori 5?

Il governo Draghi sembra essere ormai cosa fatta, nonostante debbano ancora concludersi le consultazioni.

 

Data per assodata la sua nascita, si guarda con particolare attenzione al programma di governo, all’agenda di Mario Draghi per capire cosa ne sarà dei contributi a fondo del perduto, del Reddito di cittadinanza e di molte altre misure del governo Conte, compreso il bonus 1000 euro contenuto nel decreto Ristori 5 mai approvato a causa della crisi di governo.

 

Quali sono le ultimissime novità sul bonus 1000 euro per Partite Iva, stagionali, autonomi e intermittenti?

 

Bonus 1000 euro al vaglio del nuovo governo Draghi

Il futuro premier Mario Draghi non sembra essere affatto favorevole agli aiuti economici elargiti a pioggia su tutte le categorie economiche, ad esempio ai contributi a fondo perduto destinati anche alle aziende zombie destinate al fallimento.

L’ex governatore della Bce crede piuttosto che siano utili incentivi al rilancio economico, finanziamenti per garantire una ripresa economica strutturale destinata a durare nel tempo, che possa dare vita anche a nuova occupazione specialmente nell’ottica della fine del blocco ai licenziamenti, la cui scadenza è fissata al 31 marzo 2021.

 

Cosa pensa invece Draghi delle misure a sostegno dei lavoratori?

 

Draghi confermerà bonus 1000 euro Partite Iva, stagionali, autonomi e intermittenti del decreto Ristori 5?

Milioni di lavoratori sono in ansia: il decreto Ristori 5 era ad un passo dall’approvazione, il Parlamento aveva già dato l’ok allo scostamento di bilancio da 32 miliardi di euro, ma poi la crisi di governo ha fatto saltare tutto.  

 

È sfumato così anche il bonus 1000 euro previsto dal provvedimento per moltissime categorie di lavoratori (partite Iva, stagionali, autonomi, intermittenti), ma non si può ancora dire l’ultima parola, attendiamo di sapere cosa deciderà in merito il nuovo governo Draghi.

 

Probabilmente le misure previste dal decreto Ristori 5 verranno confermate dal nuovo esecutivo, ma successivamente assisteremo a una vera e propria rivoluzione basata non più su misure legate all’emergenza ma a provvedimenti legati alla ripresa economica: in poche parole non più sussidi ma incentivi.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA