Le nuove regole

Viaggi all’estero: tampone e quarantena di 5 giorni ordinanza Speranza

Il ministro della Salute Speranza ha firmato un’ordinanza che stabilisce nuove regole per chi rientra dall’estero. Intanto non si placano le polemiche

“Ho appena firmato un’ordinanza che dispone per arrivi e rientri dai Paesi dell’Unione Europea tampone in partenza, quarantena di 5 giorni e ulteriore tampone alla fine dei 5 giorni. La quarantena è già prevista per tutti i Paesi extra Eu.”
Lo ha reso noto il ministro della Salute Roberto Speranza, tramite un post su Facebook.

 

La notizia era già trapelata in mattinata: una sorpresa amara e dell’ultimo momento per chi aveva già programmato un periodo di vacanze all'estero in occasione della Pasqua.

 

Una possibilità che, tra l'altro, aveva già suscitato diverse polemiche negli ultimi giorni, considerando che l’Italia sarà in zona rossa il 3,4 e 5 aprile e gli spostamenti tra Regioni sono vietati.

 

Le ragioni dell’ordinanza di Speranza

Secondo quanto riportato dal Corriere, le nuove regole sono state decise dopo l’impennata di prenotazioni per i voli all’estero, con il timore che si ripetesse quanto già accaduto la scorsa estate. Ossia un aumento dei contagi al rientro dalle vacanze.

Viaggi all’estero, le polemiche non si placano

"Non si possono incontrare i propri cari, magari a pochi chilometri di distanza, ma è possibile prendere un aereo e farne migliaia per svago? " ha sottolineato il governatore dell'Emilia Romagna e della Conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini, in un post pubblicato su Facebook questa mattina. "Un controsenso che penalizza anche tutti gli operatori turistici e gli albergatori che da tanti mesi sono alle prese con forti perdite economiche. Spero si faccia presto chiarezza su questa assurda anomalia". 

 

Sempre questa mattina è intervenuto sulla questione anche il ministro degli Esteri Luigi Di Maio: "Quello che noi abbiamo chiesto è rimanere a casa e non spostarsi, chi va all'estero e rientra deve fare un tampone all'andata e al ritorno, rientra nelle regole della mobilità europea. Ma non stiamo assolutamente consigliando ai cittadini di andare all'estero, anzi sconsigliamo di spostarsi perché siamo in una fase difficile."


"Spero che il ministro Speranza restituisca dignità agli operatori del turismo italiani, che altrimenti si vedevano beffati" ha evidenziato invece Matteo Salvini commentando la notizia dell'ordinanza.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA