Esenzione Canone Rai 2020: scadenza 31 gennaio esonero modulo domanda

«Esenzione canone Rai 2020 guida completa esonero dal pagamento, con regole e scadenze per fare domanda e casi in cui non si paga la tassa abbonamento tv»

Esenzione canone Rai 2020: ecco di seguito tutte le regole sull’esonero dal pagamento, con le istruzioni per fare domanda e le scadenze per l’invio del modulo di autocertificazione dei requisiti per non pagare.

 

Per disdire l'abbonamento tv occorre inviare la disdetta entro il 31 gennaio 2020 per essere esonerati per tutto l'anno oppure da febbraio ed entro il 30 giugno per essere esonerati dal pagamento per tutto il secondo semestre.

 

Vi ricordiamo che secondo quanto specificato sul sito dell'Agenzia delle Entrate, il pagamento del canone tv è obbligatorio per chiunque abbia un apparecchio televisivo e va pagato una sola volta all'anno e una sola volta per famiglia anagrafica, a patto che tutti i familiari abbiano la residenza nella stessa abitazione.

 

In base alle ultimissime novità, la Legge di Bilancio ha provveduto a confermare l'importo canone Rai a 90 euro l'anno, per cui per chi è intestatario di un'utenza elettrica avrà il pagamento a rate direttamente in bolletta elettrica, pari a 9 euro al mese, per cui 18 euro a bimestre a partire dal 1° gennaio.

 

Per coloro che pur essendo obbligati al pagamento del canone tv ma non sono intestatari di un contratto di energia elettrica, il versamento va eseguito in un'unica soluzione entro il 31 gennaio 2020 con modello F24 ed indicando il relativo codice tributo mentre per i possessori di apparecchi radio e tv nei locali della propria attività, è dovuto il cd. canone Speciale 2020 che continua a dover essere pagato con le consuete modalità di pagamento.

 

Andiamo quindi a vedere in dettaglio l'Esenzione canone Rai 2020.

 

Canone RAI novità Legge di Bilancio: importo 90 euro

Canone RAI novità in Legge di Bilancio: in base a quanto previsto dalla Legge di Bilancio Canone Rai, l'importo del canone RAI rimane fermo a 90 euro anche per gli anni successivi al 2019, per cui anche nel 2020.

 

La conferma ufficiale dell'importo canone RAI a 90 euro è stata ufficializzata, nero su bianco, nel testo della scorsa Legge di Bilancio.

 

Nulla cambia, invece, circa l'obbligo e l'assoggettamento della tassa per coloro che possiedono una o più tv nella casa in cui si risiede con la famiglia anagrafica.

 

Per famiglia anagrafica, come spiegato sul sito dell'Agenzia delle Entrate, si deve intendere l'insieme di persone legate da vincoli di matrimonio, unione civile, parentela, affinità, adozione, tutela o da vincoli affettivi, che abitano e dimorano abitualmente nello stesso comune.

Anche i residenti all’estero devono pagare il canone se detengono, in un’abitazione in Italia, un apparecchio televisivo.

 

Inoltre va ricordato che il canone tv è addebitato direttamente in bolletta elettrica dai gestori di fornitura elettrica mentre per i non titolari obbligati, il pagamento del canone tv va effettuato tramite modello F24 entro il 31 gennaio 2020.

 

Andiamo ora vedere il Canone Rai 2020 come disdire l'abbonamento tv entro il 31 gennaio, moduli esenzione, casi di esonero e istruzioni su come e dove inviare la disdetta.

 

Esenzione canone Rai 2020: a chi spetta?

Ecco l’'lenco completo di chi non paga il canone Rai 2020, ovvero la tassa sull’abbonamento TV:

  • Anziani Over 75 titolari di reddito non superiore a 8.000 euro;

  • Invalidi civili degenti in un casa di riposo;

  • Militari delle Forze Armate Italiane: ospedali militari, Case del soldato e Sale convegno dei militari delle Forze armate. 

  • Militari di cittadinanza straniera appartenenti alle Forze Nato;

  • Agenti diplomatici e consolari: solo per quei Paesi per cui è previsto lo stesso trattamento per i diplomatici italiani;

  • Rivenditori e negozi in cui vengono riparate TV.

In questi casi è possibile evitare l’addebito in bolletta del canone Rai inviando l'apposita dichiarazione.

 

Esenzione Canone Rai 2020: come disdire entro il 31 gennaio?

Esenzione Canone Rai 2020: come disdire l'abbonamento tv entro il 31 gennaio 2020

A seguito della riforma Canone Rai voluta dall'ex Premier Matteo Renzi, la normativa è stata modificata dal punto di vista:

- della riscossione, in quanto è diventata diretta in bolletta o tramite modello F24;

 

- dell'importo perché è sceso a 90 euro anziché 113 euro come 4 anni fa;

 

- dei casi di esonero dal pagamento in quanto è stato abolito il suggellamento e sono stati fissati nuovi casi di esenzione per i quali il contribuente può presentare una dichiarazione sostitutiva ai sensi del D.P.R. n. 455/2000 per evitare l'addebito del canone nella bolletta luce o per comunicare di aver diritto all'esenzione dal pagamento del 

canone.

 

- dell'assoggettamento della tassa, visto che è stata introdotta la cd. presunzione di possesso della tv in presenza di utenza elettrica nella casa di residenza, con “automatico” addebito del canone Rai sulla bolletta, diviso in 10 rate da 9 euro, a partire da gennaio.

 

Pertanto alla luce di tutte queste novità, il cittadino che rientra in uno dei casi di esclusione dal pagamento dell'abbonamento tv, può disdire il canone RAI inviando un'apposita disdetta canone RAI 2020, per essere esonerato l'intero anno, dal 1° febbraio fino al 30 giugno 2020 per essere esentato a partire dal secondo semestre 2019, giugno-dicembre.

 

Vediamo quindi come disdire il canone Rai 2020 quali sono i casi di esonero e i moduli esenzione canone Rai 2020 da utilizzare per la disdetta dell'abbonamento tv.

 

Canone Rai 2020 esenzione: quali moduli usare?

Come disdire il canone Rai 2020 per chi ha una utenza elettrica per uso domestico residenziale:

Il modulo esenzione canone RAI 2020 dichiarazione sostitutiva per chi ha un'utenza elettrica, deve essere utilizzato per i seguenti casi di esonero:

  • i contribuenti titolari di un'utenza elettrica e quindi di una bolletta luce a proprio nome, per disdire il canone Rai, devono provvedere ad inviare un apposito modulo di dichiarazione sostitutiva entro una certa scadenza, qualora non si abbia una televisione in casa. In questo caso si parla quindi di dichiarazione di non detenzione tv, compilazione Quadro A.

  • Con lo stesso modulo di esenzione, i contribuenti titolari di un'utenza elettrica per uso domestico residenziale, possono anche certificare il non possesso di una tv in nessuna delle abitazioni dove è attiva l’utenza elettrica di cui si è titolari.

  • Anche gli eredi possono utilizzare lo stesso modello per dichiarare che nell’abitazione in cui l'utenza elettrica è temporaneamente intestata a un soggetto deceduto e non è presente alcun apparecchio TV.

  • compilando invece il Quadro B del modulo, è possibile segnalare che il canone è dovuto in relazione all’utenza elettrica intestata a un altro componente della stessa famiglia anagrafica;

  • comunicare l'eventuale acquisto di un televisore durante l'anno, avvenuto dopo la presentazione di una precedente dichiarazione sostitutiva;

  • per comunicare l'eventuale variazione della famiglia anagrafica.

Come inviare il modulo esenzione del canone Rai 2020: per inviare all'Agenzia delle Entrate il modello per l'esonero dal pagamento, ci sono 2 modalità:

  • inviare il modulo esenzione canone RAI online: la disdetta avviene utilizzando l'applicazione web sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate, inserendo le credenziali Fisconline o Entratel, oppure tramite gli intermediari abilitati.

  • inviare il modulo esenzione canone RAI 2020 per posta: il modello + il documento di riconoscimento, va inviato tramite raccomandata senza busta, all’indirizzo: Agenzia delle Entrate Ufficio di Torino 1, S.A.T. – Sportello abbonamenti tv – Casella Postale 22 – 10121 Torino.

Quando disdire il canone RAI 2020:

La dichiarazione sostitutiva presentata entro la seguente scadenza:

  • dal 1° luglio 2019 al 31 gennaio 2020, esonera dal pagamento per tutto il 2020;

  • dal 1° febbraio al 30 giugno 2020, esonera, invece, dal pagamento del canone dovuto per il secondo semestre 2020.

 

Canone Rai 2020 come disdire per chi ha più di 75 anni:

Come disdire il canone RAI 2019 over 75: la nuova normativa sull'abbonamento canone tv, ha disposto per i cittadini che hanno compiuto 75 anni e che hanno un reddito fino a 8.000, il diritto all'esenzione canone RAI over 75.

 

Per essere quindi esentati dal pagamento, gli ultrasettantacinquenni, devono presentare l'apposita dichiarazione sostitutiva in cui dichiarare il possesso dei requisiti di età ed i reddito.

 

Esenzione canone RAI 2020 over 75 da quando spetta?

  • per l’intero anno, se i 75 anni si compiono entro il 31 gennaio 2020;

  • per il secondo semestre 2020: se il compimento del 75° anno avviene tra il 1° febbraio al 31 luglio del 2020.

Come e dove inviare il modulo disdetta del Canone Rai 2020:

per disdire il canone tv per gli ultrassettantacinquenni, si deve:

  • compilare il modulo esenzione canone Rai over 75;

inviare il modulo a:

  • tramite raccomandata, senza busta, all'Agenzia delle entrate – Ufficio di Torino 1 – Sportello Abbonamenti TV – Casella postale 22 - 10121 Torino, allegando anche la copia del documento

  • tramite PEC firmata digitalmente, a cp22.sat@postacertificata.rai.it;

  • consegna da parte dell'interessato presso un qualsiasi ufficio territoriale dell’Agenzia delle entrate.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA