I controlli per malattia

Orari visita fiscale 2021 Inps: lavoratori privati e pubblici

I giorni e le fasce orarie di reperibilità controlli Inps per lavoratori privati e pubblici in caso di malattia, secondo quanto stabilito dalla normativa.

Orari visita fiscale 2021 Inps: lavoratori privati e pubblici

Durante i periodi di malattia, attestati dal certificato medico trasmesso per via telematica, sia i lavoratori pubblici che privati possono essere sottoposti a controlli, eseguiti da medici incaricati dall’INPS.

Le visite si svolgono innanzitutto con la verifica che il lavoratore sia effettivamente presente nell’indirizzo indicato nel certificato; successivamente viene anche controllato lo stato di salute.


Le visite fiscali INPS possono essere richieste dal datore di lavoro, oppure effettuate d’ufficio direttamente dall’Istituto. Le fasce orarie per la reperibilità però variano a seconda che il dipendente lavori in un’azienda pubblica oppure in una privata.

 

Orari visita fiscale 2021: lavoratori privati

Le fasce orarie previste per i dipendenti di aziende private sono le seguenti:

  • la mattina dalle 10 alle 12;

  • il pomeriggio dalle 17 alle 19.

Queste fasce di reperibilità hanno validità 7 giorni su 7, compresi weekend e festivi.

 

Orari visita fiscale 2021: dipendenti pubblici

Dal 2018, ossia dall’entrata in vigore del “decreto Madia”, anche le visite fiscali dei dipendenti pubblici -compresi insegnanti e personale delle forze armate e di Polizia- vengono effettuate tramite l’INPS. È stato infatti creato un “Polo unico dei controlli” per evitare il fenomeno dei “furbetti” e dei finti malati, che approfittavano proprio della malattia per assentarsi dal lavoro con altri scopi.


Le fasce di reperibilità per i dipendenti pubblici sono diverse rispetto a quelle previste per chi lavora nel settore privato e seguono i seguenti orari:

  • mattina dalle 9 alle 13;

  • pomeriggio dalle 15 alle 18.

I giorni in cui possono essere effettuati i controlli domiciliari sono sempre lunedì-domenica, festivi inclusi.

Contrariamente a quanto accadeva in precedenza, il medico può effettuare più controlli nell’arco della settimana, ma anche durante la stessa giornata.

 

Visita fiscale 2021: l'indirizzo per i controlli

Non è necessario trascorrere il periodo di malattia al proprio indirizzo di residenza: può infatti essere comunicato qualsiasi indirizzo al medico di base, che provvederà all’invio dei dati in automatico all’INPS.

Una volta ottenuto il certificato, è necessario contattare il datore di lavoro per comunicargli il numero di protocollo.

Da settembre 2020 è disponibile un nuovo servizio online sul portale INPS per comunicare il cambio di indirizzo di reperibilità, durante l’evento di malattia, ai fini dell’eventuale visita medica di controllo domiciliare disposta dal datore di lavoro.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA