sostegni o indennizzi?

Decreto Sostegno 2021, o Indennizzi: cos’è, a chi spettano gli aiuti

In arrivo entro l’inizio della prossima settimana il decreto Sostegno o Indennizzi 2021, con più di 32 miliardi di aiuti Covid a imprese e famiglie

Varate le nuove misure anti-Covid il governo Draghi passa al capitolo successivo, quello degli indennizzi per le chiusure e limitazioni imposte al fine di evitare la terza ondata Covid.

 

Il provvedimento che accompagnerà il Dpcm 2 marzo 2021 si chiamerà decreto Sostegno o decreto Indennizzi e nascerà dalle ceneri del decreto Ristori 5 creato dal governo precedente, il Conte II, prima dello scoppio della crisi di governo che ha poi portato Draghi alla guida dell’esecutivo.

 

Cosa prevede il decreto Sostegno o Indennizzi 2021? A chi spettano gli aiuti e quando arriva?

 

Decreto Sostegno o Indennizzi al vaglio del governo. Quando arrivano gli aiuti

Il nuovo governo Draghi ha varato il suo primo Dpcm 2 marzo 2021 con le misure anti-Covid in vigore dal 6 marzo al 6 aprile 2021. Si passa ora ai Ristori per le chiusure e limitazioni imposte, con l’esecutivo al lavoro sul decreto Sostegno o decreto Indennizzi (ancora non si sa bene come si chiameranno gli aiuti di Draghi agli italiani). Il ministro per gli Affari regionali Maria Stella Gelmini lo ha chiamato ieri decreto Sostegno mentre il leader della Lega Matteo Salvini ha espressamente dichiarato che si chiamerà decreto Indennizzi.

 

Al di là del nome, il provvedimento che accompagnerà il nuovo Dpcm Draghi dovrebbe arrivare entro la fine della settimana o al massimo l'inzio della prossima. Secondo quanto riferito dal ministro del Turismo Massimo Garavaglia a Radio24 “le strutture stanno lavorando, la cosa sarà abbastanza veloce: se non è questo venerdì è la settimana prossima. Poi meglio due giorni in più e avere subito il testo operativo già nel decreto”.

 

A chi spettano gli aiuti del decreto Sostegno o Indennizzi 2021

Il decreto Sostegno o Indennizzi nasce dalle ceneri del decreto Ristori 5, bruciatosi con la fine del governo Conte II. All’esecutivo Draghi il compito di rivisitarlo, avendo a disposizione i 32 miliardi di euro dello scostamento di bilancio chiesto al Parlamento a gennaio. Ci sarebbero anche altri 5,4 miliardi dagli accantonamenti della precedente tranche Ristori.

 

Il decreto mira a sostenere le imprese che hanno subito un calo del fatturato causa Covid, comprese le Partita Iva, con contributi a fondo perduto generalizzati e ad indennizzare una serie di categorie di lavoratori trascurati dai precedenti ristori. Con il decreto Sostegno o Indennizzi potrebbe arrivare un bonus 1000 euro per Partite Iva, stagionali, autonomi e intermittenti ma anche per i collaboratori sportivi.

 

Con molta probabilità ci sarà una proroga della cassa integrazione Covid e del blocco dei licenziamenti in vista della scadenza del 31 marzo 2021 e di una seria Riforma degli Ammortizzatori sociali a firma Orlando.

 

Importanti misure anche per i contribuenti in lite con il Fisco, con una pace fiscale 2021 che oltre ad una proroga dell’attività di Riscossione dovrebbe prevedere una rottamazione quater delle cartelle esattoriali e un nuovo saldo e stralcio.

 

Per le famiglie in difficoltà in arrivo un possibile prolungamento della Naspi e del Reddito di emergenza (Rem) e 200 milioni di euro per i congedi parentali in caso di chiusura delle scuole.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA