Autocertificazione di famiglia Fase 2: cos'è e quando serve 18 maggio

Autocertificazione di famiglia Fase 2 dal 18 maggio cos'è e quando serve il nuovo modulo per autodichiarare l'appartenenza alla stessa famiglia ristorante

12 maggio 2020 15:48
Autocertificazione di famiglia Fase 2: cos'è e quando serve 18 maggio

L'autocertificazione servirà ancora nella fase coronavirus dal 18 maggio? E' questa la domanda che milioni di italiani si stanno facendo in vista delle riaperture previste dal 18 maggio che sono state concordate tra Governo e Regioni.

 

Chi pensava però di dire finalmente addio all’autocertificazione nella Fase 2 si scontrerà con un'altra dura realtà: l'autocertificazione di famiglia.

 

In base a quanto anticipato dal Corriere, infatti, oltre al nuovo modulo di autocertificazione Fase 2 aggiornata in ottemperanza al Dpcm 4 maggio che ha reso possibili gli spostamenti per andare a trovare i congiunti, potrebbe aggiungersi un altro modulo di autocertificazione di famiglia, in cui dichiarare l’appartenenza allo stesso nucleo familiare.

 

Che cos'è l'Autocertificazione di famiglia?

Autocertificazione di famiglia cos'è? E' un nuovo modulo di autodichiarazione che secondo le prime indiscrezione, dovrebbe servire per la Fase 2 dal 18 maggio in poi, quando per esempio si andrà al ristorante con la propria famiglia, per sedersi vicini senza dover rispettare le rigide misure di distanziamento imposte all’interno degli esercizi commerciali e di ristorazione.

 

Difatti chi vive sotto lo stesso tetto non è tenuto a rispettare la distanza di sicurezza di almeno un 1 metro al di fuori dalla propria abitazione, in auto o nei luoghi pubblici e all’aperto.

 

L’autocertificazione di famiglia, in queste ultime ore, starebbe prendendo forma al Viminale e con molta probabiltà diventerà realtà dalla fase dal 18 maggio con la riapertura di bar, ristoranti e negozi.

 

Andiamo quindi a cosa serve l'autocertificazione di famiglia.

 

Autocertificazione di famiglia quando e a cosa serve:

Autocertificazione di famiglia quando serve e a cosa serve:

 

  • Autocertificazione di famiglia Fase 2 a cosa serve: il nuovo modulo in arrivo forse prima del 18 maggio, servirà per poter mangiare insieme, e vicini, al ristorante.

  • Autocertificazione di famiglia Fase 2 quando serve: secondo quanto riportato in un articolo de Il Corriere della Sera, il modulo servirebbe ad attestare la parentela tra i clienti ovviando alle misure di distanziamento messe a punto dai tecnici dell’Inail e dell’Iss.

 

In pratica la nuova autocertificazione si dovrà presentare al ristoratore affiché si possa occupare tavoli più piccoli perché appartenenti allo stesso nucleo familiare.

 

Le linee guida per la riapertura dei locali, che dovrebbero arrivare tra giovedì e venerdì e cioé prima del 18 maggio, prevedono che:

  • per ciascun cliente sia garantito uno spazio di almeno 4 metri quadrati;

  • e non meno di 2 metri tra un tavolo e l’altro

I gestori, pertanto, per poter fare servizio di somministrazione ai tavoli, dovranno rimodulare e ripensare allo spazio all’interno dei propri locali in modo da evitare il contagio tra i commensali.

 

 

Autocertificazione di famiglia nuovo modulo pdf in arrivo:

Secondo le ultime indiscrezioni, come già detto, dovrebbe arrivare a breve un altro modulo di autocertificazione, non individuale ma di famiglia.

 

Per cui oltre all'autocertificazione fase 2 pdf in vigore dal 4 maggio, ci sarà questo nuovo modulo per autodichiarare il legame familiare e affettivo. Ancora non si sà se si potrà utilizzare il modulo attuale per l'autodichiarazione per gli spostamenti sul territorio aggiornandolo, oppure, ce ne sarà un altro ex novo.

 

L’autocertificazione di famiglia servirà principalmente:

  • per andare al bar, locali, pub e ristoranti e poter stare vicini senza dover rispettare la distanza di sicurezza e indossare la mascherina di protezione.

Il modulo dovrà essere consegnato al gestore/proprietario del ristorante o del bar sollevandolo da ogni responsabilità in caso di controllo da parte delle Forze dell’ordine.

 

Presumibilmente la stessa autocertificazione di famiglia potrebbe servire anche per gli stabilimenti balneari, in spiaggia, o in generale in ogni altro luogo, qualora ci  si sposti in gruppo tra persone che convivono.

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA