Lockdown di Natale

Decreto Natale 2020: cos’è, cosa prevede, spostamenti e deroghe

Decreto Natale 18 dicembre in Gazzetta Ufficiale e in vigore da ieri: Italia in zona rossa arancione, lockdown, spostamenti, autocertificazione quando serve

24 dicembre 2020 13:28
Decreto Natale 2020: cos’è, cosa prevede, spostamenti e deroghe

Il decreto Natale 2020 del 18 dicembre è stato approvato e pubblicato in Gazzetta Ufficiale. La nuova stretta per le feste natalizie entra pertanto in vigore dal 19 dicembre fino al 6 gennaio 2021. Le nuove restrinzioni contenute nel decreto legge, e non in un dpcm, sono state illustrate dal premier Conte nella conferenza stampa di ieri.

 

Tra le più importanti novità l'Italia in lockdown a Natale! La zona rossa sarà nei giorni festivi e prefestivi dal 24 dicembre al 6 gennaio, mentre la zona arancione il 28, 29, 30 dicembre e il 4 gennaio. Regole "rosse" e "arancioni" diverse nei vari giorni del calendario delle feste di Natale 2020. Per quanto riguarda gli spostamenti ci sono invece delle deroghe. Per tutti gli altri casi lo spostamento è con autocertificazione.

 

Come precisato da Palazzo Chigi, dal 21 dicembre al 6 gennaio sarà possibile sempre andare nelle seconde case, purché queste si trovino nella stessa regione della residenza. 

 

Per la cena della vigilia di Natale, il pranzo di Natale, Santo Stefano, Capodanno e in generale per i pranzi e le cene delle feste nei giorni in rosso prevista una deroga: la possibilità di ospitare due commensali non conviventi, oltre ai minori di 14 anni, che potranno spostarsi anche con i divieti per raggiungere nelle abitazioni private familiari e parenti più stretti. Ma questo "una sola volta al giorno" e "verso una sola abitazione", purché nella stessa regione. Deroga anche per recarsi alla messa di Natale.

 

Decreto Natale 2020 testo in Gazzetta Ufficiale: cosa prevede?

Il nuovo Decreto Natale 18 dicembre 2020 ha previsto una ulteriore stretta per il Natale 2020.

 

Lockdown a Natale 2020 zona rossa: il 24, 25, 26, 27 e 31 dicembre e il 1°, 2, 3, 5 e 6 gennaio 2021, per cui solo nei giorni festivi e prefestivi, l'Italia è in zona rossa pertanto è previsto lo stop alla circolazione anche nel proprio comune e con negozi, ristoranti e bar chiusi. 10 giorni di lockdown e un'Italia a zona rossa. Ed ecco le regole previste per la zona rossa:

  • Si può uscire di casa solo per ragioni di lavoro, necessità, salute.

  • È possibile ricevere in casa dalle 5 alle 22  sino a due persone non conviventi che potranno portare con sé i figli minori di 14 anni, i conviventi disabili e quelli non autosufficienti.

  • Consentita attività motoria nei pressi della propria abitazione e quella all’aperto in forma individuale.

  • Chiusi gli esercizi commerciali, i centri estetici, ristoranti e bar tranne per asporto e domicilio.

  • Restano aperti supermercati, edicole, farmacie, negozi di prima necessità, barbieri, edicole, parrucchieri.

 

Zona arancione nei giorni 28, 29, 30 dicembre e 4 gennaio.

  • E' possibile spostarsi all’interno del proprio comune di residenza senza giustificare il motivo.

  • Consentiti gli spostamenti tra comuni fino a 5000 abitanti fino a un raggio di 30 km, ma non ci si può spostare nei capoluoghi di provincia.

  • Chiusi bar e ristoranti tranne che per asporto e domicilio.

  • Esercizi commerciali aperti fino alle 21.

 

Previsti nuovi Ristori per chi chiude:

Viste le difficoltà economiche richieste agli operatori coinvolti in queste misure, è stato approvato dal Consiglio dei Ministri, nuove misure di ristoro che dispone l’immediato ristoro economico, con un ammontare pari a 645 milioni di euro, a favore di bar e ristoranti che saranno chiusi. Riceveranno il 100% di quanto già ricevuto nel primo decreto. Con un nuovo decreto ristori di gennaio si provvederà a compensare perdite anche agli altri operatori che non si riesce a ristorare ora, con interventi perequativi.

 

Calendario feste di Natale 2020: Lockdown zona rossa:

Ecco come dovrebbe essere il calendario zona rossa e arancione nel periodo natalizio: giorni e da

Dal 19 al 20 dicembre:

  • Nulla cambia rispetto alle regole previste per le Regioni gialle e Regioni arancioni - l'Abruzzo sarà l'unica regione che da domani dovrebbe rimanere arancione e dove, pertanto, ci si potrà muovere solo all'interno del proprio comune.

  • E' anche l'ultimo fine settimana in cui ci si potrà spostare nelle seconde case.

  • Negozi aperti ovunque fino alle 21 con misure antiassembramento, bar e ristoranti aperti fino alle 18. Solo in Abruzzo, se resterà arancione, gli esercizi pubblici potranno lavorare solo con l’asporto (fino alle 22) e il domicilio.

  • Coprifuoco dalle 22 alle 5:00 del giorno dopo.

 

Dal 21 al 23 dicembre STOP SPOSTAMENTI TRA REGIONI:

  • Da lunedì 21 dicembre scatta in tutta Italia il blocco della mobilità tra Regioni: ci si potrà spostare da una regione all’altra solo con autocertificazione e solo per motivi di lavoro, necessità o urgenza. Sempre possibile tornare alla propria residenza, domicilio o abitazione e ricongiungersi anche con il partner che lavora in un’altra città. Chi intende spostarsi in una seconda casa all’interno della propria regione potrà farlo.

  • Con tutte le regioni italiane in giallo, il 21, 22 e 23 dicembre saranno gli ultimi tre giorni per lo shopping natalizio, i negozi saranno aperti fino alle 21 con orario continuato. Ultimi 3 giorni anche per poter andare al ristorante a pranzo e al bar che poi dovranno chiudere alle 18. 

  • Coprifuoco dalle 22.

 

Dal 24 dicembre al 27 dicembre ZONA ROSSA:

  • Parte l'Italia in zona rossa: chiusi dunque i negozi, bar e ristoranti. Aperti, con gli orari soliti dei giorni festivi, solo gli alimentari, le farmacie, i tabacchi, edicole e librerie.

  • Si può uscire di casa solo per ragioni di lavoro, necessità, salute.

  • È possibile ricevere in casa dalle 5 alle 22  sino a due persone non conviventi che potranno portare con sé i figli minori di 14 anni, i conviventi disabili e quelli non autosufficienti.

  • Consentita attività motoria nei pressi della propria abitazione e quella all’aperto in forma individuale.

  • Chiusi gli esercizi commerciali, i centri estetici, ristoranti e bar tranne per asporto e domicilio.

  • Restano aperti supermercati, edicole, farmacie, negozi di prima necessità, barbieri, edicole, parrucchieri.

 

Dal 28 al 30 dicembre e 4 gennaio, ZONA ARANCIONE

  • E' possibile spostarsi all’interno del proprio comune di residenza senza giustificare il motivo.

  • Consentiti gli spostamenti tra comuni fino a 5000 abitanti fino a un raggio di 30 km, ma non ci si può spostare nei capoluoghi di provincia.

  • Chiusi bar e ristoranti tranne che per asporto e domicilio.

  • Esercizi essenziali aperti: supermercati, negozi di alimentari, di prima necessità, farmacie e parafarmacie, parrucchieri e barbieri.

 

Dal 31 dicembre (no il 4 gennaio) al 6 gennaio ZONA ROSSA - LOCKDOWN

  • Blocco totale degli spostamenti tra Regioni e anche all’interno dei Comuni. Si potrà uscire solo con autocertificazione fino al 6 gennaio 2021.

  • Negozi chiusi fatta eccezione per i generi di prima necessità.

 

Dal 7 gennaio 2021 ITALIA RIAPRE

  •  l'Italia riapre con i negozi, ristoranti e bar;

  • Coprifuoco alle 22;

 

Autocertificazione Natale 2020: quando serve?

L'autocertificazione coronavirus servirà ancora e soprattutto a Natale e fino al 6 gennaio. Andiamo quindi a riepilogare quando serve l'autocertificazione Natale 2020.

Il modulo pdf del Viminale serve per poter uscire durante i giorni di lockdown a Natale - giornate rosse - e in quelle arancioni per uscire dalla Regione.

 

Autocertificazione Natale 2020 giorni rossi: quando serve? Serve per:

  • uscire di casa per ragioni di lavoro, necessità, salute.

  • deroga: è possibile ricevere in casa dalle 5 alle 22 fino a due persone non conviventi che possono portare con sé i figli minori di 14 anni, i conviventi disabili e quelli non autosufficienti.

 

Autocertificazione Natale 2020 giorni arancioni:

  • E' possibile spostarsi solo all’interno del proprio comune di residenza senza giustificare il motivo. Per uscire dalla Regione o dal Comune serve l'autocertificazione per ragioni di lavoro, necessità, salute.

  • Consentiti gli spostamenti tra comuni fino a 5000 abitanti fino a un raggio di 30 km, ma non ci si può spostare nei capoluoghi di provincia.

 

Autocertificazione Natale modulo pdf editabile:

Ecco il modulo autocertificazione Natale 2020 pdf e editabile da scaricare e compilare:

 

COPYRIGHT THEITALIANTIMES.IT © RIPRODUZIONE RISERVATA