Alfonso Dell'Erario

Alfonso Dell'Erario

Alfonso Dell’Erario, che non è poi giovanissimo, anche per questo ha messo insieme esperienze diverse e di qualche rilievo: giornalista professionista dal gennaio 1982, poi negli anni inviato dell’agenzia Adn Kronos, capo delle pagine economiche del Messaggero, vice direttore della stessa Adn Kronos, capo redattore, inviato e direttore editoriale del Sole 24 Ore; si è poi occupato (in fasi ovviamente diverse) di comunicazione, come capo della relativa area di Confindustria e poi del Gruppo 24 Ore; ha integrato i percorsi precedenti come direttore generale di System24 (concessionaria di pubblicità del primo quotidiano economico italiano, di Radio 24 e del network digitale Websystem), come responsabile della Business School dello stesso gruppo editoriale e presidente di 24 Ore Cultura. Ora, se non altro per non disperdere eventuali reperti di buonsenso messi inconsapevolmente da parte, lavora in proprio con la sua Limited Edition e scrive più spesso. In tempi normali gioca anche a calciotto e calcetto e traffica, sopportato dalla famiglia, intorno alle sue auto d’epoca (diventate tali con lui) e alle batterie delle suddette. E’ convinto di poter scrivere un best seller breve e a lieto fine di cui ha già il titolo ma, chissà perché, ne rimanda sempre la stesura.

Articoli di Alfonso Dell'Erario

Carlo Messina conquista Ubi, Intesa è tra le più solide banche europee
Carlo Messina conquista Ubi, Intesa è tra le più solide banche europee

L’Ops si chiude con il 71,9 per cento delle adesioni. Storia, metodo e passioni del banchiere che ha segnato la grande svolta. Con la ola dei colleghi

in Economia

Luigi Gubitosi, quando la connessione è anche coesione sociale
Luigi Gubitosi, quando la connessione è anche coesione sociale

Il ritratto: l’amministratore delegato di Tim alla svolta del 5G, anche come vicepresidente di Confindustria per il digitale. E sulla scacchiera autunnale..

in Economia

Autostrade, perfetta metafora di due Italie. La sfida della ripartenza
Autostrade, perfetta metafora di due Italie. La sfida della ripartenza

Simbolo dell’Italia del boom prima, poi esempio di privatizzazione non brillante e di controlli mancati. Ora si prega di evitare compromessi

in Editoriali

Ma perché Conte risponde piccato alle aperture di Angela Merkel?
Ma perché Conte risponde piccato alle aperture di Angela Merkel?

La Cancelliera sostiene Italia e Spagna, che necessiterebbero “più di sovvenzioni che di prestiti”. Intanto Draghi, due leader e l’oroscopo di Branko...

in Editoriali

Conte-Baricco chiudono gli Stati generali e scoprono il cuneo fiscale
Conte-Baricco chiudono gli Stati generali e scoprono il cuneo fiscale

Lo scrittore Baricco nuova musa del premier Conte, mentre si allarga il divario tra l’Italia dei monopattini elettrici e quella dei non garantiti

in Editoriali

E arrivarono gli Stati generali, il Truman show di Conte. Senza Draghi
E arrivarono gli Stati generali, il Truman show di Conte. Senza Draghi

Ospiti illustri dall’Europa, ma recite a soggetto su copioni noti. Alla fine della fiera mediatica, restano le scelte difficilissime per salvare l’economia

in Editoriali

Conte, il Mulino Bianco e un “vasto programma”, il Recovery Plan
Conte, il Mulino Bianco e un “vasto programma”, il Recovery Plan

Il premier torna in tv e riduce i miliardi da 750 a 80. Ma poi promette Alta Velocità dappertutto e fa ammuina con gli Stati generali dell’economia

in Editoriali

Conte scodella due leggi finanziarie, a debito e dando poco a molti
Conte scodella due leggi finanziarie, a debito e dando poco a molti

Prevale la logica del contenitore omnibus e degli interessi frammentati. Non ci sono né potevano esserci scelte politiche di modernizzazione del Paese

in Politica

La padella o la brace: il concordato o i decreti di Conte?
La padella o la brace: il concordato o i decreti di Conte?

E' questa l’alternativa davanti alla quale si trovano molti imprenditori. In attesa dell’ultima carta del governo, tra assistenzialismo e dirigismo

in Editoriali

Presidente, pensi ad un passo indietro oggi per poi farne due avanti
Presidente, pensi ad un passo indietro oggi per poi farne due avanti

Lettera aperta a Giuseppe Conte: sia Lei a guidare, d’intesa con Sergio Mattarella, la stabilizzazione del governo. Tempi duri incombono sul Paese.

in Politica

1
2 Next »